Davide Monaldi praticante dell’avvocato Iannaccone

Oggi è una buona giornata per Davide Monaldi, artista giovane di San Benedetto del Tronto che esporrà una selezione di opere in ceramica alla collezione privata dell’avvocato Giuseppe Iannaccone. Sarà possibile visitare, previo appuntamento, sia la personale di Monaldi che la collezione dell’avvocato, compatibilmente con il fatto che tutte le mostre sono distribuite all’interno di un luogo di lavoro.

IMG_4122

L’avvocato è un uomo curioso e dimostra la sua passione ogni volta che parla di arte, nel suo privato ha un parterre davvero vario e selezionato di artisit tra cui Barney, Os Gemeos, Quinn, Araki, Bartolini, Borremans, Banksy, Ontani, quel Terence Koh che guardava il mare della mia Marina di Carrara durante l’ultima Biennale di Scultura del 2009, e ancora Kentridge, Neshat, Kiki Smith, Solakov, Munoz e così via, non per liquidare una cosa straordinaria, ma perché vorrei concentrarmi sull’altra operazione.

IMG_4135

Iannaccone avvia con Davide Monaldi un progetto che ha battezzato In Pratica, alludendo alla pratica del lavoro sia forense, dove la pratica appunto è un periodo propedeutico alla carriera di avvocato, per lui molto fortunata, sia artistica, dando un’idea del laboratorio di idee e di cose che accadono all’interno di questo ciclo.

Quindi, il primo step è con Davide Monaldi che entra sotto il mantello caldo di questo generoso mecenate in un momento molto difficile per le istituzioni in ambito culturale: Milano è rifiorita grazie all’Expo, ma soprattutto per merito di importanti Fondazioni private che aprono le porte dell’arte a livelli molto alti. Tuttavia, gli artisti italiani soffrono e spesso sono costretti ad espatriare, non hanno alcuna tutela, tema scottante trattato anche nel recente Forum dell’Arte Contemporanea del Pecci a Prato.

IMG_4127

Anche in questo caso, arriva il privato e rischiamo di tornare agli anni delle corti, ma con una maggiore consapevolezza in merito al potere economico e una sorta di rassegnazione a questa verità, a volte davvero mortificante, di essere in un’Italia in cui lo stato dell’arte è davvero in difficoltà.

IMG_4131

Davide Monaldi è un buon punto di partenza: inizia dal suo intimo e racconta, con dettagli della sua vita, l’essere umano, tema al centro di tutta la collezione Iannaccone, con ironia, con particolari, con attenzione per aspetti a volte troppo quotidiani per essere rappresentati, ma che grazie al virtuosismo della ceramica acquisiscono una rara unicità.

Consiglio una visita, chiedete dell’assistente dell’avvocato Rischa Paterlini e sarà un ottimo cicerone. Tutte le informazioni sul sito.

Be first to comment

Rispondi