La città vista da Fausto Salvi

Uno dei tratti principali del carattere di Fausto Salvi è la determinazione: con le idee sempre chiare, Fausto prende il volo verso la direzione che ha stabilito e non lo fermi neppure legandolo a una sedia. E non gli fai cambiare idea. Né lo convinci ad aggiungere o togliere un pezzetto.
Questo per le azioni, mentre per la sua arte Fausto è estremamente aperto. Chiaro, decide e fa lui, ovviamente, ma non resta fisso a lavorare sulla stessa idea senza cambiare mai la scelta artistica e la direzione affinché il suo lavoro non diventi troppo riconoscibile e commerciale. Questo è un rischio che paga col tempo, ma è una scelta molto forte che spesso molti artisti non fanno per diverse ragioni: Fausto si rinnova, parte per una residenza in Corea, torna in Italia e torna a vivere nella casa più discussa di tutta Milano, fa delle lotterie con le sue opere. Fausto non ha paura, trova degli espedienti che lo facciano crescere professionalmente e che lo facciano allo stesso tempo divertire.
Per questo progetto, Greenhouse, Fausto Salvi si è impegnato molto perché da anni non faceva una personale a Brescia, la sua città d’origine. Ha scelto uno spazio dove si produce cultura, atelier fotografico e di architetti divisi da una splendida corte, nel cuore della città. Niente gallerie, niente istituzioni, cosa che a noi piace parecchio.
Ci sono pezzi che sono di questo artista da sempre, gli intrecci, gli alberi, tutti molto affascinanti e straordinariamente allestiti. Ma c’è una parte di nuova produzione che è davvero una bella sorpresa: case e esseri curvi, appartenenti al famoso mondo delle favole di Fausto, con colori primari come il giallo e il rosso, o netti come il verde, una scelta cromatica, quindi, che si allontana dagli argenti e dai colori più ultraterreni.
I soggetti sono riconducibili alla realtà, vediamo case, esseri umani, assembramenti urbani.
Troviamo anche l’utilizzo del ferro e di terracotta, quindi la ceramica allo stadio grezzo.
Le contaminazioni rendono ancora più viva l’istallazione.
Un percorso curioso e interessante che offre una panoramica si una città non troppo immaginaria, con il ritmo narrativo scandito da Salvi in modo ordinato e con la sua disciplina ferrea.
Da vedere.

sito dell’artista

20120505-094610.jpg

20120505-094618.jpg

20120505-094627.jpg

20120505-094636.jpg

Be first to comment

Rispondi